P e d r a i l

"se c'è una birra al traguardo aspettate a darmi per disperso…"

Uno di Monticelli (2018)

Seconda partecipazione e grande soddisfazione: muro delle 4 ore quasi infranto (per una manciata di minuti e un ginocchio malandato), ebbrezza (per me) di arrivare e trovare spogliatoi e pasta party ancora intasati (di solito a malapena trovo qualcuno con cui scherzare sulla prestazione da pensionato acciaccato), ma soprattutto esordio della freccia bionda (mio figlio Ricky) nella versione kinder Trail da 1km. I maligni dicono che sia meglio iscrivere lui ai prossimi trail invece del padre: è arrivato con i “grandi” in scioltezza e  ho come il presentimento che il calcio cederà una stella all’atletica leggera il prossimo anno.

Non sto a ripetermi su quanto questa gara sia affascinante e speciale per me: l’unico modo per capirlo è viverla e provarci, per respirare la passione non solo degli atleti, ma soprattutto degli organizzatori, dei tifosi, dei volontari e di chiunque lungo il percorso cerchi con il cuore e con la fantasia a darti una spinta in più (ogni riferimento ai coccodrilli morbidi che “ti faranno compagnia nella salita”, ai campanacci e all’incoraggiamento anche ai bivi più anonimi non è casuale…).

La Uno di Monticelli, tra i trail cui ho partecipato fino ad ora, incarna forse più di ogni altro quello “spirito trail” che vorremmo vivere e incontrare ad ogni gara ed evento, facendomi scoprire un mondo dove sport, fatica, gioia, amicizia, testa, gambe, cuore, passione si intrecciano ogni volta in una nuova ed emozionante avventura.

Ci vediamo sul Prealba il 13 Gennaio per iniziare l’anno con gli amici del Bione Trailers Team 😉